In Togo

ASSILEASSIME  IN TOGO realizza stage residenziali di danza tradizionale e/o percussioni con una duplice finalità:
1)
-praticare la danza e la musica tradizionali nel reale contesto in cui nascono e si mantiengono vive;
-comprendere i significati e le valenze profonde di rituali e credenze antiche;
-promuovere lo scambio culturale e la conoscenza tra artisti e ballerini;
-conoscere il territorio e vivere la realtà sociale di Lome e dintorni.
2)
finanziare i progetti di sviluppo e sostegno rivolti ai quartieri più bisognosi di Lomé (in particolare al Centro Assileassime Togo) attraverso parte del ricavato.

LO STAGE

Lo stage ha una durata di 15 giorni
, si tiene a Lomé presso il Centro Culturale Artistico Assileassime Togo, riconosciuto dal Ministero della Cultura del Togo. Lo stage è incentrato sulla danza tradizionale, ma permette di conoscere la città e i suoi dintorni, oltre che di apprendere altre arti tradizionali, come le percussioni, il batik e l’arte dei trampoli. Gli ospiti sono alloggiati in una casa comune e ogni giorno vengono accompagnati al Centro o sulla spiaggia per l’allenamento.
LA DANZA
I corsi di danza sono tenuti dal maestro Dotcha, direttore artistico del gruppo, coadiuvato da altri insegnanti del luogo che si alternano, e accompagnato dal folto gruppo di ballerini e percussionisti del Centro.
Si balla tutti insieme, togolesi e italiani, più esperti e principianti; danzare diventa così un piacevole momento di interazione, condivisione e scambio.
Si danza ogni giorno, dal lunedì al venerdì, per almeno 4 ore al giorno, si apprendono coreografie tradizionali e c’è la possibilità di realizzare esibizioni col gruppo nel quartiere o nei dintorni.
L’allenamento può offrire anche l’occasione di prendere parte ad un’abitudine unica ed affascinante che accomuna moltissimi abitanti di Lomé: la corsa sulla spiaggia.
Soprattutto la domenica mattina, centinaia di persone, in gruppi numerosi, si riversano correndo per le strade della città. Un vero e proprio fiume di persone raggiunge la spiaggia per correre, allenarsi, cantare, ballare e rilassarsi.
Le lezioni di danza giornaliere permettono di entrare in contatto con molti aspetti della cultura africana; sono basate su coreografie tradizionali di Togo, Burkina, Benin, Ghana, ecc, che portano in scena rituali e credenze antiche come il Woudoo, l’arte dei trampoli e i canti popolari in lingua ewè e minà.
Ogni danza prevede un particolare costume ed i suoi accessori (copricapi, fischietti, code di cavallo, tipiche della cultura Woudoo) ed è accompagnata dal suo ritmo tradizionale; ogni coreografia è una vera e propria narrazione di momenti della vita del villaggio.
Alcuni esempi:
il Sakpate (dio della terra), danza tipica di Togo, Benin e Ghana, una vera e proprio cerimonia di ringraziamento per il raccolto, che veniva celebrata annualmente.

il Tchonhoin, una danza woudoo hebiesso, che nella comunità ewè veniva ballata nelle stagioni aride dagli adepti per chiedere la pioggia.

il Lambadakpé del Benin, la spettacolare danza del fuoco del woudoo Shango, dio della guerra, che veniva invocato attraverso la danza e i canti spirituali nelle situazioni di pericolo per ottenere la protezione del villaggio.
l’Aguele o Techebe, eseguita su trampoli alti più di cinque metri. Anticamente si credeva che la foresta fosse popolata da giganti e i trampoli erano un modo per rappresentarli, rendendo loro omaggio e chiedendone la protezione.

LE ALTRE ATTIVITA’
Oltre alla danza è possibile partecipare ad altri stage, con insegnanti esperti.
-Stage di percussioni, produzione e manutenzione di strumenti musicali; tenuto dal maestro Ziko, coadiuvato da altri musicisti del gruppo.
-Stage di arte (corso a scelta tra arte del batik, produzione di collane e gioielli tradizionali, o sartoria), tenuto da artigiani esperti del luogo.                                                                                                                                                                     -Corso di trampoli, arte tradizionale tipica di questa zona dell’Africa, tenuto da Dotcha.

UN TURISMO DIVERSO

Lo stage offre anche momenti di svago al mare e di turismo, di contatto diretto con la popolazione e di visita della città .
In particolare nei weekend vengono organizzate gite nei dintorni di Lomé, per visitare villaggi o aree naturali, come cascate e foreste. Si è sempre accompagnati da qualcuno del gruppo, questo permette di muoversi con sicurezza, ma soprattutto di praticare un turismo più a contatto con la realtà del luogo e delle persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...